Ricrea.city usa i cookies per il login, la navigazione, gli acquisti e altre funzioni di tracciamento. Accetta per consentire i cookies.

Chi siamo
RiCrea Ferrara Festival

Comitato scientifico

Università di Ferrara
Fulvio Fortezza e Gianfranco Franz
Dipartimento di Economia e Management
Università di Ferrara
Gabriele Lelli e Giuseppe Mincolelli
Dipartimento di Architettura
Consorzio Factory Grisù
Massimo Marchetto
Cna Ferrara
Alessandro Fortini
IdeAzione: Gianfranco Franz
Wah Wah Magazine

Raffaele Cirillo: Nato a Ferrara nel 1994, studente di Chimica, lanciatore di coriandoli e appassionato di filosofia. Fin da adolescente appassionato di musica s’iscrive presso la Scuola di Musica Moderna, dove studia chitarra e vince una borsa di studio per l’anno 2015. Dal 2015 chitarrista e compositore nella band Foul Up. Nel 2017 fonda insieme ad altri studenti dell’Amf Wah Wah Magazine di cui è direttore e da Settembre 2017 anche speaker di Web Radio Giardino. Amante del noto e dell’ignoto in continua cerca di Meraviglia.

Vittorio Formignani: Nato nel 1994 musicista, aspirante filosofo e amante di ogni espressione artistica è stato allievo dell'Amf-Scuola di Musica Moderna. É caporedattore e uno dei fondatori di Wah Wah Magazine ed è membro della Web Radio Giardino. Attualmente è studente in Lingue e Letterature Straniere presso l'Università di Ferrara.
Attivo musicalmente dal 2013 con la band Foul Up, compositore e scrittore in erba cerca con ogni espressione artistica e progetto citato di riavvicinare i giovani alla cultura e di fornire un esempio di come sia possibile seguire anche oggi la propria vena artistica e creativa in un mondo dominato dalla tecnologia.

Simone Guidi: Laureando magistrale in Ingegneria Civile, dal 2009 faccio parte della Scuola di Musica Moderna di Ferrara dove studio chitarra e pianoforte moderno. Da giugno 2017 fondatore e redattore, insieme ad altri ragazzi della AMF, del magazine online Wah Wah Magazine. Da settembre 2017 speaker del programma radiofonico Wah Wah Music in onda sulla Web Radio Giardino.